Il 29 settembre, in occasione della Settimana del patrimonio culturale europeo, il cui tema quest’anno era “Il passato incontra il futuro”, le prime tre classi della scuola  periferica di Lucia hanno ideato e portato a termine svariate attività legate al tema “Il pranzo della domenica”. L’idea era di far rivivere ai bambini di oggi un po’ di passato e di tradizioni oramai dimenticate. Far comprendere che il rito del pranzo domenicale attorno ad una tavola imbandita, con tutta la famiglia riunita, era il momento in cui si poteva parlare, ridere, discutere, mangiare cibi “speciali” e soprattutto era un’occasione per stare insieme.

É stata organizzata una mattinata di laboratori creativi e originali, che hanno portato i bambini indietro nel tempo.

Ad introdurre la giornata sono stati i racconti dei ricordi legati al pranzo domenicale dei nonni Francesco Rosso e Ana Argentin.

Nel “laboratorio dei fidelini fatti in casa”, accompagnati da nonna Ana, i bambini hanno preparato la pastina per il brodo.

Hanno apparecchiato i tavoli con maestria, preparando ognuno il proprio coperto, che hanno abbellito con i tovaglioli personalizzati, diligentemente riposti in un portatovagliolo di loro creazione.

Dopo tanto lavoro, seduti composti al loro posto a tavola, hanno gustato un buonissimo brodo di pollo, dei fantastici gnocchi preparati da loro e “dulcis in fondo” hanno gustato il rotolo alla marmellata e i chifeletti di patate.

I bambini hanno avuto pure il compito di comparare il cibo cucinato fresco e quello preconfezionato, e hanno espresso il loro gradimento assegnando dei punti ad ogni piatto.

La giornata è volata tra lavoro, divertimento e degustazione, per la gioia dei bambini e la soddisfazione delle maestre.

La maestra Ornella